Sciogliere il cioccolato nel modo corretto

Sciogliere il cioccolato nel modo corretto

Esistono diversi modi per sciogliere il cioccolato. Per tutti i metodi va considerato che: il cioccolato deve essere riscaldato lentamente, poiché non tollera temperature superiori ai 40°C. Se il cioccolato si surriscalda, risulterà opaco dopo il raffreddamento.

Bagnomaria
Occorre una ciotola in acciaio cromato da poter posizionare sopra una pentola. Scaldare un po’ d’acqua nella pentola. Posizionare la ciotola sulla pentola e assicurarsi che non entri acqua nella ciotola. Tritare o sbriciolare il cioccolato e aggiungerlo nella ciotola. Sciogliere il cioccolato lentamente a fuoco basso. 

Con la panna
Tritare o sbriciolare il cioccolato e metterlo in una pentola insieme alla panna. Anche in questo caso, procedere a fuoco basso. Se la panna o la base della pentola sono troppo calde, il cioccolato diventa grumoso e opaco. Eventualmente, è possibile togliere la pentola dal fuoco subito dopo averla scaldata.

Nel microonde
Tritare o sbriciolare il cioccolato e metterlo in una ciotola. Sciogliere a fuoco basso o medio, scaldando i pezzetti piccoli per 30 secondi e i pezzetti più grandi per un minuto. Tenere sotto controllo il processo di scioglimento in modo da poterlo interrompere per tempo se necessario, poiché il cioccolato può bruciare o seccarsi nel microonde. Se si scioglie il cioccolato con burro o panna, il tempo necessario allo scioglimento si accorcia.

Ricoprire con acqua calda
Tritare o sbriciolare il cioccolato e metterlo in una ciotola. Ricoprire accuratamente con acqua calda e lasciar riposare per alcuni minuti. Controllare la consistenza del cioccolato con un coltello, ma non mescolare! Scolare l’acqua con cura in modo che rimanga solo il cioccolato.